Mostre virtuali

 

TuttoFrattamaggiore.it offre a tutti gli Artisti frattesi e non un servizio davvero unico nel suo genere.
Il progetto prevede la possibilità di presentare on-line le proprie opere, allestendo una vera e propria mostra virtuale che può essere visitata da una platea vastissima di utenti grazie alla straordinaria tecnologia messa a disposizione da Internet.
E', quindi, un'occasione unica che ha la particolarità di essere anche gratuita. La redazione di TuttoFrattamaggiore.it.it è convinta che la cultura non deve avere limiti di alcun genere e solo iniziative come queste possono permettere di promuovere scambi culturali senza limiti e frontiere, impensabili fino a qualche tempo fa.
Per sapere di più circa questo servizio leggi con attenzione le
"Condizioni del Servizio".
Se sei interessato invia una e-mail a info@tuttofrattamaggiore.it
Sarai ricontattato quanto prima.


Le Mostre


Sirio Giametta

La prima delle mostre presentate da TuttoFrattamaggiore.it è quella dell'Architetto Sirio Giametta, personalità di rilievo della città di Frattamaggiore. L'opera del Giametta ha varcato più volte le frontiere nazionali per raccogliere gli onori all'estero: numerose e sempre di grande successo, per esempio, le personali a Parigi. 
E' possibile apprezzare l'arte del Giametta attraverso i suoi celebri ritratti (vi consigliamo di soffermarvi sulla "Maternità"), ma non meno dotati di una carica emotiva notevole sono gli splendidi paesaggi (Parigi su tutti). Testimonianze raccolte nella nuova sezione "Rassegna Stampa". Sirio Giametta è un artista completo, che ha esercitato il suo talento non solo nella pittura, ma anche nella scultura e soprattutto in Architettura, dove ha lasciato la sua impronta stilistica più forte. Per conoscere più approfonditamente il personaggio e l'artista consigliamo di leggere attentamente la vita di Giametta per meglio apprezzarne la sua arte ed il suo talento.
La mostra è curata dal nipote Sirio, che con un gesto di grande amore verso il nonno ha allestito una mostra completa in suo onore: è possibile, infatti, visitare le opere più significative del suo percorso artistico negli anni. 
Una mostra, quindi, da non perdere e per la quale siamo molto grati all'autore sia per la bellezza delle opere esposte sia per aver creduto nel nostro progetto.


Francesco Graziano

Francesco Graziano, professore frattese, sposato con due figli, docente di Educazione Artistica presso la “Scuola Media B. Capasso” di Frattamaggiore (Na). Ha lasciato il servizio attivo dopo trentanove anni. La sua produzione artistica si attesta, principalmente, sulla tecnica del bianco e nero e sulla scultura, figurazione tridimensionale. Sue opere si trovano in collezioni private, enti comunali, palazzo delle Esposizioni in Roma. Numerose le mostre personali e collettive, dove è stata notevolmente riconosciuta, sempre, una sua particolare capacità espressiva.


Giuseppe Crispino

Giuseppe Crispino è nato a Frattamaggiore il 19 aprile del 1942. E' titolare di cattedra di materie Artistiche presso la Scuola Media Statale "R. Viviani" di Caivano. La sua vita artistica è caratterizzata dalla partecipazione a numerose mostre ospitate in tutta Italia. I temi dominanti dell'artista frattese mirano a mettere in primo piano la realtà umana della vita ed evidenziano in special modo l'intento dell'autore a sottolineare forti sentimenti nonché quelli che contrastano tra loro per opposte identità.


Antonio Manna

Antonio Manna nato nel 1952 a S. Antimo, autodidatta, nasce come ritrattista e figurativo e tale resta a tutt'oggi anche se nella sua arte incomincia ad apparire una nuova tendenza che si avvicina alla tecnica dell'Impressionismo.
I suoi soggetti sono scene di vita familiare, squarci di paesaggi, nature morte, ritratti ove appare evidenziata una profonda penetrazione psicologica. Tematiche nostalgiche, vicoli stretti e scuri, venditori ambulanti, personaggi singoli o in gruppo dove si riesce a cogliere lo spirito vibrante dei personaggi rispettandone i tratti senza offuscarne i palpiti vitali, come se fossero tratti da scene del film Napoli Milionaria mantenendosi nella tradizione della pittura napoletana anche se tende a superarla.
E' con grande piacere che ospitiamo la mostra di questo artista che "sconfina" dai confini frattesi, confermando la volontà di TuttoFrattamaggiore.it di aprire a tutti gli artisti indipendentemente dal luogo geografico di appartenenza.


Francesco Saviano

Francesco Saviano è nato ad Arzano - Napoli nel 1935. Ha studiato presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli sotto la guida del maestro Vincenzo Ciardi. Negli anni 1974-1979 ha vissuto in Azeglio - Torino dove conobbe la pittrice Avia che lo introdusse nell'ambiente di Ivrea e produsse molte opere di nature morte ispirandosi alla donna, per cui identificò tale periodo come «Paolino». Dopo tale periodo ritornò a Frattamaggiore e col cuore pieno di paesaggi nordici ha continuato a realizzare composizioni surreali dove la «finestra» è divenuta l'oggetto della speranza che si apre sul mondo fatto di colori tenui e tempestosi, in una coesistenza di valori fortemente contrastanti. Nel 1991 conobbe William Tode che apprezzò la sua opera definendo Saviano l’artista del silenzio e delle atmosfere attonite. Attualmente vive ed opera a Frattamaggiore.


Gustavo Schiano

Gustavo Schiano ha frequentato prima il Liceo Artistico di Sessa Aurunca (CE), poi l'Accademia di Belle Arti di Napoli, sotto la guida del prof. Vincenzo Ciardo e si è avvalso dei consigli di maestri di chiara fama. La sua vasta produzione, anche per una sua particolare visione del mondo e della vita, offre vasta materia di riflessione, attraverso il sapiente impiego della luce e dei colori. Anche quando attua procedimenti moderni la sua l'accurata e sapiente utilizzazione della luce in maniera da rendere ampia la visione, conferisce allo spettatore il gusto vivo della partecipazione. Schiano ama la luce, ama gli spazi letti tra le luci che li identificano cromaticamente e si lascia affascinare dalle attrattive delle piccole cose che danno un senso alla religione della vita.


Gaetano Di Bernardo

Gaetano di Bernardo nato a Napoli il 21/05/1973, residente a Frattamaggiore C.so europa 35. Diplomato al liceo artistico di Cardito, annovera partecipazioni artistiche al I concorso di pittura "Salvo D'Acquisto" (Circolo Ufficiali e Sottuff.li di Frattamaggiore) ed una Personale di pittura "I colori del nostro tempo" (Bar rotonda Frattamaggiore, Dicembre 2000). Ha donato alla chiesa dell'Immacolata di Frattamaggiore una "Crocefissione" olio su tela di 140x120 cm. Ha creato per i Lions delle illustrazioni per educare i ragazzi delle scuole medie del nostro comprensorio alla raccolta differenziata. Le illustrazioni sono state presentate al Comune di Frattamaggiore nel giugno del 2001. Utilizza una tecnica di olio e tempra su tela. Si rifà al classico come disegno e ai maestri del '900 come colorazione. Predilige i soggetti umani.


Ferdinando Gallifuoco

Ferdinando Gallifuoco, nato nel 1935, che a Frattamaggiore ha svolto per oltre 40 anni il lavoro di ARTIGIANO DEL FERRO BATTUTO.
E' figlio d'arte, il padre Enrico era l'unico a Frattamaggiore espertissimo dell'arte di lavorare il ferro; ovunque è possibile constatare l 'esistenza di opere in "ferro battuto" eseguito da "Mastro Enrico". Il figlio Ferdinando non è da meno rispetto al padre; lo ha coadiuvato da quando aveva 12 anni e così ha potuto apprendere l'arte di battere il ferro con meticolosità, pignoleria e soprattutto con passione, tanto da meritare il plauso e l'apprezzamento di numerosi cittadini frattesi e dei paesi limitrofi. A Frattamaggiore tutti sanno che per ottenere un 'opera di ferro battuto eseguita con precisione ed in forme esteticamente apprezzabili bisogna rivolgersi a Ferdinando Gallifuoco. Ha partecipato anche a mostre esponendo i suoi lavori ad Anacapri, nel settembre del 1987, al GRAN PREMIO CITTA' DI NAPOLI; ottenendo il premio nazionale 1991-1992 della "Maschera D'Argento Vesuvio d'Oro" per le sue doti di artista ed ancora il Primo Premio alla IV edizione del Concorso di Poesia, Pittura e Scultura, patrocinato dalla Regione Campania nel novembre del 1993. In seguito ha ricevuto dall'Unione Artisti Operatori Culturali di Marigliano con il patrocinio del Comune di Marigliano, la nomina di "Membro Honoris Causa" a vita nel 1994. Ha conseguito il primo premio alla V edizione del Premio Nazionale "Città di Napoli" patrocinato dalla Regione Campania, nel 1994. Gli è stato conferito il Diploma al 2° Premio Internazionale di Poesia Arti & Maestri nel 1994 e il Diploma Honoris Causa dall'Associazione Italiana Protezione Handicappati tenutasi a Brusciano. Ha conseguito il terzo premio per la sezione scultura alla Mostra organizzata dal quotidiano "Il Tempo" tenutasi alla Casina Pompeiana Villa Comunale di Napoli.
Ha partecipato alla seconda mostra di Pittura, Scultura, Fotografia ed Arti tenutasi col patrocinato della Regione Campania ed ha ricevuto la nomina di "Mecenate della Cultura Pro Humanitate Valori" della Unione Artisti Operatori Culturali nel 1995. Ha inoltre partecipato alla decima rassegna Premio Internazionale Primavera Vesuviana  1996 -1997 ed al Gran Galà Circolo della Stampa, Villa Comunale di Napoli, "Biennale" attività seminariali per arte e cultura. Gli e' stato conferito edito princeps per meriti speciali, per la scultura per aver onorato la cultura italiana nel mondo.
Questa Biografia  e' stata tratta dal Catalogo dell'ASSOCIAZIONE CULTURALE FRATTESE "INSIEME PER IL PRESEPE" edizione del 1998..


Rocco Franzesee

Rocco Franzese, nato a Frattamaggiore il 16/04/1967, diplomato presso il Liceo Artistico Statale di Frosinone.
1989 - Stage di danza con Radu Ciuca
1990 - Stage di danza con Danuta Piaceka
1991 - Stage di danza con Danuta Piaceka
1992 - Stage di danza con Ileane Iliescu
Dal 1993 al 1997 Accademia Napoletana di Danza Lyceum, Centro di formazione Professionale diretta da Mara Fusco.
Stage di danza Carattere con il Maestro del Royal Ballet School Michail Berkut.
Stage di Danza Contemporanea con Susanna Sastro.
1996 - Mostra di Pittura dal titolo “I cavalli ritrovati” patrocinata dal comune di Frosinone.
1997 - Mostra di Pittura dal titolo “I cavalli ritrovati” patrocinata dal comune di Frattamaggiore.
1997 - Performance “I lati del Quadrato” Accademia di Belle Arti di Napoli. .
1998 - Performance “Largo Nuovo a Largo” Accademia di Belle Arti di Napoli.
1999 - Inviato a partecipare al Cinquantesimo anniversario della nascita dell’Accademia Nazionale di Danza a Roma, titolo dell’opera “Menade Danzante” donando la propria opera su invito della stessa.
1999 - Istituto Italiano per gli studi filosofici Palazzo Serra di Cassano, Massimo Bignardi, Artistide La Rocca, Gerardo Pedicini presentano l’altro libro di Aulo Pedicini: Performance di Erika Colaci, Rocco Franzese, Salvatore Ferrari.
222000 - Diplomato presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli Tesi in Storia dell’Arte: Corporietà nei segni intermediali e sinestetici nei percorsi del antigone e di paradise now del living thetre, con la straordinaria partecipazione di Giovanni Fontana una tra le figure di punta della poesia performativa e fonetico-sonora e dei nostri anni.
2000 - Invitato dal comitato scientifico dell’Amministrazione del Comune di Ponza per la partecipazione alla mostra inaugurale del Museo dell’isola, Installazione dell’opera “Attraversamento 2000” donando la propria opera su invito dell’amministrazione stessa.
2000 - Partecipa al primo Concorso Internazionale di Arte Contemporanea IL GUERRIERO di CAPESTRANO “EREMI SILENZI E VOCI” presso il complesso archeologico La Civitella Chieti, titolo dell’opera “SENZA TITOLO”, donando la propria opera su invito del complesso archeologico.
22000 - Partecipa alla 30^ edizione del Giffoni Film Valle Piana. Installazione “Le Colonne d’Acqua”
2001  -Studio di Frontiera Laboratorio Cavalcanti Invitato a Partecipare all’inaugurazione dell’Istituto Alberghiero via Taverna del Ferro S. Giovanni a Teduccio Napoli; donando la propria opera su invito dello studio.


Rocco Di Marzo

Rocco Di Marzo è nato a Frattamaggiore (NA) dove vive e lavora.
Ha studiato Belle Arti a Napoli. E' ordinario di Disegno e Storia dell'Arte al Liceo Scientifico FERMI di Aversa.
Fin dal 1960 partecipa attivamente alla vita artistica nazionale, con fervore di iniziative che l'hanno visto protagonista e animatore di Centri Artistici e culturali....
Ha tenuto molte "personali" nelle maggiori città italiane, riscuotendo unanimi consensi.
Enciclopedie, antologie, riviste, annuari, quotidiani e pubblicazioni varie si sono interessati alla sua arte.


Orlando Ratto

Nasce ad Aversa nel 1987, residente a Frattamaggiore, già da piccolo dimostra le sue capacità artistiche e la passione per l’arte figurativa. Diplomato al liceo artistico di Cardito frequenta l’accademia di belle arti di Napoli. Ha partecipato a diverse mostre dalle quali ha riscosso successo di critica e di pubblico:
-1° Premio all’estemporanea di pittura dell’associazione artistica “Amici di Luigi Sepe” del 2006 con l’opera “Soffio”
-1° Premio all’estemporanea della stessa associazione nel 2007 con l’opera “Sinfonia orientale”.
Nelle sue opere si evidenzia il pensiero reale e surreale ispirandosi a Dalì e Caravaggio.



Torna a TF.it