Proverbi 
a cura di Antonio De Cristofaro
 
 
 
Barzellette
Proverbi


PROVERBI NAPOLETANI ILLUSTRATI luglio 2000 1^ parte

a cura di Antonio De Cristofaro

PROVERBIO N. 25

'A cunfidenza è 'a mamma d''a mala criànza
La troppa confidenza porta, alle volte, alla scostumanza




PROVERBIO N. 26

Addò c'è gusto nun c'è perdenza
Se una cosa è fatta con piacere non importa se per realizzarla od averla occorre fare dei sacrifici o spendere dei soldi.

PROVERBIO N. 27

Addò 'nce stanno fèmmene, 'nce stanno appìecceche e chiacchiere
Perchè tale è la loro peculiarità
 

PROVERBIO N. 28

Addò vàje truòve guàje
Purtroppo il mondo è afflitto da mille e mille guai ed ognuno di noi ha i suoi

PROVERBIO N. 29

A dicere so' tutte capace; 'o defficile è a ffà
Fra il dire e il fare c'è di mezzo il mare




PROVERBIO N. 30

'A famma fa ascì 'o lupo da 'u bosco
Il bisogno può indurre gli uomini anche a compiere cattive azioni
 

PROVERBIO N. 31

Sentirse 'e scénnere pe' ddint'ê rine
In questo modo il napoletano esprime il presentimento rispetto a un determinato evento; nella filosofia indiana nei "rini" cioè nella schiena sono presenti i centri della tensione umana




PROVERBIO N. 32

A ricetta 'i passaguai : "penzà poco e pparlà assaie"…
Le persone che pensano poco prima di agire, molto spesso si mettono nei guai.

PROVERBIO N. 33

A suocera è comme 'o pesce: doppo tre ghiuorne fete
La suocera è come il pesce dopo qualche giorno in sua compagnia si avverte il desiderio di mandarla via.

Finito il 15/07/2000

L’autore vi dà appuntamento per nuove illustrazioni al mese prossimo

 
 
Sito realizzato e gestito da TuttoFrattamaggiore.it
Visualizzazione minima consigliata: 800 x 600 a 16 Bit (65.536 colori).